Skip to content

RICORDARE LE VITTIME INNOCENTI DELLA GUERRA
PER PROMUOVERE LA PACE

La Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo viene celebrata il 1° febbraio di ogni anno con l’obiettivo di “conservare la memoria delle vittime civili di tutte le guerre e di tutti i conflitti nel mondo, nonché di promuovere, secondo i principi dell’articolo 11 della Costituzione, la cultura della pace e del ripudio della guerra”.

Istituita con la legge 25 gennaio 2017 n. 9, la Giornata è stata voluta fortemente dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus (ANVCG), l’ente morale preposto alla rappresentanza e tutela delle vittime civili dei conflitti e delle loro famiglie, che si impegna da anni nella sensibilizzazione su un aspetto della guerra troppo spesso taciuto, con l’obiettivo di rendere le nuove generazioni consapevoli e partecipi della costruzione di una cultura della pace.

Oltre che un’occasione commemorativa, dunque, la Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti rappresenta anche un momento di riflessione sulle conseguenze che le guerre di oggi provocano sulle popolazioni, inermi di fronte alla barbarie del conflitto armato.

Iniziative 2020

ROMA | 31 Gennaio

EVENTO AL MIUR

TORINO I 11 Febbraio

EVENTO AL SERMIG

Scarica il Manifesto

CAMPAGNA MONDIALE

Edizioni Precedenti

2018

2019

Il concorso

L’alto valore sociale, culturale ed educativo che riveste la Giornata ha portato l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus
a organizzare, fin dalla prima celebrazione, un concorso nazionale dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado per coinvolgere
direttamente gli studenti ed educarli ai valori espressi nella Costituzione repubblicana quali democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale.

Organizzato congiuntamente da ANVCG Onlus e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il bando di concorso giunge quest’anno alla
sua terza edizione, intitolato “Tante guerre, un’unica vittima: la popolazione civile” e il cui tema sarà il racconto della guerra come un fenomeno
senza confini, che rende vittime allo stesso modo tutte le persone che la subiscono, oltre il tempo e lo spazio in cui tale fenomeno si manifesta.

Attraverso la presentazione di lavori individuali, di gruppo o di classe, secondo le modalità indicate dal bando, gli studenti dovranno confrontarsi con
il tema della guerra e l’impatto devastante che questa genera indistintamente sulle popolazioni civili, rendendo queste ultime vittime di un’unica grande
“emergenza umanitaria globale”.

Un’iniziativa formativa che, invitando i ragazzi e le ragazze a fornire una loro rappresentazione delle vittime delle guerre, esprime l’impegno
concreto profuso per educare i giovani ai valori della pace e della solidarietà e all’importanza di difenderli sempre.

FAQ

È possibile presentare un solo lavoro, che si tratti di un lavoro individuale, di gruppo o di classe.

No, se si presenta un lavoro personale non è possibile prendere anche parte al lavoro di gruppo e/o di classe.

I lavori devono essere presentati in formato digitale all’email concorsogiornatanazionale@anvcg.it. Si ricorda che il lavoro dovrà essere inviato con la scheda d’iscrizione allegata al presente bando.

In tal caso, basterà inserire l’indirizzo email del docente referente dell’Istituto Scolastico indicato nella scheda di adesione.

I migliori lavori verranno caricati nel sito web dedicato alla Giornata nazionale che nel canale YouTube dedicato all’iniziativa. Al contempo, però, l’Associazione comunicare tramite email il superamento della preselezione così come l’eventuale vittoria finale, presentando tutti i dettagli relativi alla cerimonia di premiazione del 1° febbraio, ovvero in occasione della Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo.

SCRIVICI

Progetti Correlati

OSSERVATORIO

L’Osservatorio è un centro di ricerche nato all’interno dell’ANVCG Onlus con l’obiettivo di documentare l’esperienza nei conflitti da parte della popolazione civile e valutare l’impatto economico e sociale sulle vittime, così come la loro capacità di resilienza. Un impegno riconosciuto anche dalla legge 25/01/2017 n.9, la quale affida a L’Osservatorio, assieme all’ANVCG Onlus, il compito di determinare gli indirizzi tematici delle attività per la celebrazione della Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo. Visita il sito www.losservatorio.org

TESTIMONI

In occasione del 70° anniversario della
Resistenza e della Guerra di Liberazione,
l’ANVCG Onlus, con il contributo della
Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha
dato vita al progetto Testimoni.
Un’iniziativa che ha l’obiettivo di
raccogliere, all’interno di un archivio
multimediale, le testimonianze di coloro che
hanno vissuto in prima persona le atrocità
della guerra, ricostruendo una linea della
memoria contente il ricordo delle tante
persone ancora oggi in grado di registrare
per noi la loro storia.

DE- ACTIVATED

Un progetto realizzato dall’ANVCG Onlus
per sensibilizzare su un tema, quello degli
ordigni inesplosi, troppo spesso
sottovalutato nel nostro Paese eppure
ancora oggi attuale.
L’iniziativa prevede la creazione di 20
dipartimenti regionali per informare sui
comportamenti da tenere nel caso ci si
imbatta in un residuato bellico, di
scongiurare il più possibile il rischio di
incidenti e, dunque, di rendere più sicuro il
territorio nazionale.

Contatti

Presidenza Nazionale dell’A.N.V.C.G. e periodico “Pace e Solidarietà”
Via Marche 54 – 00187 Roma
Tel: 065912429 – 065923141 – 065923142 – Fax: 065921860 (attivo 24h/24h)
Email: info@anvcg.it – presidenza@anvcg.it – CF. 80132750581